Industria 4.0

La ‘Legge di Bilancio 2020 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 30 dicembre 2019, introduce un nuovo credito d’imposta per investimenti in beni strumentali nuovi che sostituisce quelle precedenti del super ammortamento e dell’iper ammortamento rivolto a tutte le imprese italiane. La nuova norma prevede, infatti, la concessione di un credito d’imposta, utilizzabile esclusivamente in compensazione, dalle imprese dal 1° gennaio 2020 e fino al 31 dicembre 2020.

Gli investimenti per i quali viene riconosciuto il beneficio del nuovo credito d’imposta, risultano i seguenti:

  • Beni Materiali Strumentali Nuovi (beni ex super ammortamento);
  • Beni Materiali Strumentali Nuovi, secondo il modello Industria 4.0, di cui al comma 189, dell’art. 1, della Legge n. 160/2019 (beni ex iper ammortamento);

La ‘Legge di Bilancio 2020 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 30 dicembre 2019, introduce un nuovo credito d’imposta per investimenti in beni strumentali nuovi che sostituisce quelle precedenti del super ammortamento e dell’iper ammortamento rivolto a tutte le imprese italiane. La nuova norma prevede, infatti, la concessione di un credito d’imposta, utilizzabile esclusivamente in compensazione, dalle imprese dal 1° gennaio 2020 e fino al 31 dicembre 2020.

Gli investimenti per i quali viene riconosciuto il beneficio del nuovo credito d’imposta, risultano i seguenti:

  • Beni Materiali Strumentali Nuovi (beni ex super ammortamento);
  • Beni Materiali Strumentali Nuovi, secondo il modello Industria 4.0, di cui al comma 189, dell’art. 1, della Legge n. 160/2019 (beni ex iper ammortamento);
Tipologia di investimentoCredito impostaUtilizzo
Beni Materiali Strumentali Nuovi (beni ex super ammortamento)6%5 quote annuali di pari importo dall’anno successivo a quello di entrata in funzione dei beni
Beni Materiali Strumentali Nuovi, secondo il modello Industria 4.0 (beni ex iper ammortamento)40%

I beni saranno agevolabili solo tramite l’acquisto diretto o il leasing (NON AGEVOLABILE IL NOLEGGIO) e Il credito di imposta non concorrerà alla formazione del reddito

Il credito d’imposta è inoltre cumulabile con altre agevolazioni che abbiano ad oggetto gli stessi costi, purché tale cumulo, tenuto conto dell’esenzione IRES ed IRAP non determini il superamento del costo sostenuto

Ad esempio all’interno delle agevolazioni al 6% rientra la soluzione

  • “Cassa automatica glory CI-5, CI-10 o CI-50 con postazione pc”
  • “Kiosk PosMatic con bilancia associata”

Invece all’interno delle agevolazioni al 40% rientra la soluzione

  • “Kiosk PosMatic con Magazzino Automatico RDH e/o RDLE “
  • “Cassa automatica glory CI-5, CI-10 o CI-50 con postazione pc e magazzino automatico RDH o RDLE”

Chiedi al tuo commercialista


Bonus investimenti per il Sud

Con la Legge di stabilità 2016 è stato introdotto, per gli anni dal 2016 al 2020, un credito imposta del 45% a favore delle imprese che acquistano beni strumentali nuovi destinati a strutture produttive ubicate nelle regioni Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo. La norma prevede la concessione di un credito d’imposta, utilizzabile esclusivamente in compensazione:

Tipologia di investimentoCredito impostaUtilizzo
Beni Materiali Strumentali Nuovi45%Immediato sul primo F24 utile

I beni saranno agevolabili solo tramite l’acquisto diretto o il leasing (NON AGEVOLABILE IL NOLEGGIO) e Il credito di imposta non concorrerà alla formazione del reddito

Il credito d’imposta è inoltre cumulabile con altre agevolazioni che abbiano ad oggetto gli stessi costi, purché tale cumulo, tenuto conto dell’esenzione IRES ed IRAP non determini il superamento del costo sostenutoAll’interno delle agevolazioni per il Sud Italia, al 45%, rientrano tutte le soluzioni da noi proposte

Chiedi al tuo commercialista